Avviso pubblico per il riconoscimento del Bonus Famiglia 2019

E' stata approvata la Misura Bonus Famiglia 2019 che prevede l'erogazione di un sostegno economico per le famiglie in condizione di vulnerabilità in cui la donna è in stato di gravidanza e per famiglie che adottano un figlio, nel periodo compreso dal 1 gennaio al 30 giugno 2019.

Descrizione

Regione Lombardia, al fine di sostenere le famiglie in cui la donna è in stato di gravidanza (o partorisca nel periodo compreso tra il 01.01.2019 e il 28.02.2019), che si trovano sia in condizione di vulnerabilità, intesa come povertà relativa, sia in particolari condizioni di fragilità, o le famiglie che adottano un figlio riconosce un contributo economico a valere sul periodo della gestazione e di prima cura del neonato/figlio adottato.

La misura Bonus Famiglia 2019, per il periodo 1/01 – 30/06 2019, è così articolata:

- in caso di gravidanza, il contributo è pari a € 1.500,00 ed è erogato in due rate;

- in caso di adozione il contributo è pari a € 1.500,00 ed è liquidato in un’unica rata.

In caso di gravidanze/adozioni gemellari, il genitore riceve il contributo moltiplicato per il numero di figli.

Chi può partecipare

I destinatari del presente bando sono le famiglie vulnerabili con presenza di donne in gravidanza e famiglie adottive.

In caso di gravidanza per accedere alla misura è necessario soddisfare tutti i seguenti requisiti:

- essere residente in Lombardia per un periodo continuativo di almeno 5 anni; tale requisito deve essere soddisfatto da entrambi i genitori;

- avere ISEE ordinario o ISEE corrente, in corso di validità, rilasciato ai sensi del DPCM n.159/2013 non superiore a € 22.000,00 (*);

- trovarsi in una delle condizioni di vulnerabilità (situazione abitativa, occupazionale, sanitaria, nucleo familiare soggetto a provvedimento dell’Autorità giudiziaria, altra situazione di vulnerabilità);

- essere in stato di gravidanza in base a documento rilasciato da figura sanitaria competente in materia di ostetricia e ginecologia, che opera in strutture pubbliche o in strutture private con l’indicazione della data presunta del parto. Sono validi anche i referti degli esami relativi alla gravidanza;

- non essere titolare di altre agevolazioni a valere su analoghe iniziative attivate a livello comunale o nazionale a sostegno della natalità.

In caso di gestazione la domanda per il contributo può essere presentata in qualsiasi momento a partire da quando la gravidanza è documentabile.

In caso di adozione per accedere alla misura è necessario soddisfare tutti i seguenti requisiti:

- essere residente in Lombardia per un periodo continuativo di almeno 5 anni; tale requisito deve essere soddisfatto da entrambi i genitori;

- avere ISEE ordinario o ISEE corrente, in corso di validità, rilasciato ai sensi del DPCM n. 159/2013 non superiore a € 22.000,00 (*);

- avere sentenza di adozione del minore o in alternativa il decreto di collocamento del minore in famiglia con data non antecedente al 1° gennaio 2019.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCANDO QUI

Ultima modifica: Lun, 11/02/2019 - 16:15